fbpx
Agenzia S. Giacomo Via Padana Superiore 70/C Mazzano (BS)
Telefono: 030.0973691 – 393.9033867   Email: agenziasangiacomo@gmail.com
Cerca
Close this search box.
PRATICHE NAUTICHE

Immatricolazione Imbarcazione a Nuvolento

L’Immatricolazione di una barca consiste nell’iscrizione nell’Archivio telematico centrale delle unità da diporto (ATCN), ai fini dell’ottenimento della Licenza di navigazione e l’assegnazione del numero di targa.

L’immatricolazione è obbligatoria per le imbarcazioni, di lunghezza superiore ai 10 metri e fino ai 24 metrie per le navi da diporto, di lunghezza maggiore ai 24 metri.

Per quanto riguarda invece l‘immatricolazione dei natanti, ovvero le unità a remi o a motore con scafo di lunghezza inferiore ai 10 metri, liscrizione nei registri è facoltativo, ma necessaria per effettuare il noleggio occasionale.

Come immatricolare un’imbarcazione da diporto?

Per effettuare l’iscrizione nel Registro quindi, il proprietario dovrà produrre la documentazione necessaria:
  1. Titolo di proprietà (che può essere l’atto pubblico, fattura di acquisto o altro a seconda dei casi);
  2. Dichiarazione di potenza del motore o dei motori installati a bordo rilasciata dal costruttore, in alternativa è possibile presentare il certificato di omologazione e dichiarazioni di conformità;
  3. Dichiarazione di conformità UE rilasciata dal Costruttore per unità marcate CE, diversamente per quelle non marcate CE oppure auto-costruite o provenienti dall’estero, attestazione d’idoneità rilasciata da un organismo tecnico autorizzato e relativi documenti dello scafo e del motore;
  4. Certificato di iscrizione nel registro delle imprese (solo nel caso in cui si intende impiegare l’unità per fini commerciali e non per il noleggio occasionale).
Una volta registrata l’unità dovrà esporre la bandiera italiana e verrà assegnato un numero di identificazione che andrà applicato sulle fiancate. Contestualmente il nostro S.Te.D rilascerà la licenza di navigazione e il certificato di sicurezza.

Quando non si ha ancora il titolo di proprietà, è possibile richiedere l’immatricolazione provvisoria.

Una volta assegnato il numero di immatricolazione, verranno rilasciati contestualmente la licenza di navigazione e il certificato di sicurezza. Si parla, in questo caso, di immatricolazione provvisoria. A questo punto il titolo di proprietà dovrà essere presentato entro e non oltre 6 mesi, decorsi i quali decadrà l’iscrizione dell’imbarcazione al R.I.D.; in tal caso si dovrà riconsegnare la licenza di navigazione provvisoria e il certificato di sicurezza presso lo Sportello telematico o l’ufficio stesso che li ha rilasciati.

Nel caso di residenti all’estero o stranieri

 I cittadini italiani e di altri Stati membri dell’Unione europea residenti all’estero che intendono iscrivere o mantenere l’iscrizione delle unità da diporto di loro proprietà nell’Archivio telematico centrale delle unità da diporto (ATCN) devono eleggere domicilio in Italia o nominare un proprio rappresentante che abbia domicilio in Italia, al quale le autorità marittime o della navigazione interna possono rivolgersi in caso di comunicazioni relative all’unità iscritta. Il rappresentante, qualora straniero, deve essere regolarmente domiciliato in Italia.

Mentre gli stranieri e le Società estere che intendano iscrivere o mantenere l’iscrizione delle unità da diporto di loro proprietà nell’Archivio telematico centrale delle unità da diporto (ATCN), se non hanno domicilio in Italia, devono eleggerlo presso l’autorità consolare dello Stato al quale appartengono nei modi e nelle forme previsti dalla legislazione dello Stato stesso o presso un proprio rappresentante che abbia domicilio in Italia, al quale le autorità marittime o della navigazione interna possono rivolgersi in caso di comunicazioni relative all’unità iscritta.
Richiedi Maggiori Info

Contattaci

Orari di Apertura

oppure compila questo form:

Subscribe to get 15% discount