Blog

ECOBONUS & ECOTASSA

completion

Con la nuova Legge di Bilancio 2019 è stato introdotto dal 01.03.2019 il cosiddetto  “bonus/malus ecologico” per chi acquista un’auto nuova.

Se da un lato l’ECOBONUS andrà a premiare chi acquista un’auto a basse emssioni CO2, dall’altra, chi acquisterà una vettura nuova con parametri di emissioni superiori a quelli previsti dalla normativa sarà gravato dal pagamento dell’ECOTASSA.

ECOBONUS VEICOLI

L’’ecobonus spetta ai soggetti che acquistano, anche in leasing, e immatricolano in Italia dall’1.3.2019 al 31.12.2021 un veicolo nuovo, trasporto persone, max 9 posti, con prezzo massimo 50.000 come da listino della Casa Madre, a basse emissione:

da 0 a 20 CO2 il contributo è di € 6.000

da 21 a 70 CO2 il contributo è di € 2.500

Il contributo è calcolato in base ai CO2 g/km, a condizione che sia contestualmente rottamato un veicolo della medesima categoria EURO 1, EURO 2, EURO 3 ed EURO 4.

Nel caso in cui non avvenga la rottamazione il contributo cambia:

da 0 a 20 CO2 il contributo è di € 4.000

da 21 a 70 CO2 il contributo è di € 1.500

Il veicolo preso in carico per la rottamazione deve essere intestato, anche se in leasing, da almeno 1 anno, allo stesso intestatario che acquista il veicolo nuovo o a uno dei familiari conviventi.

Il contributo è corrisposto mediante compensazione sull’acquisto del nuovo, non  cumulabile.

LE AUTO CHE BENEFICERANNO DELL’ECOBONUS

Nella categoria delle elettriche, con emissioni fino a 20 g/km e un prezzo inferiore a 50.000 Euro + IVA troviamo:

 

  • BMW i3;
  • Citroën E-Mehari;
  • Citroën C-Zero;
  • Citroën E-Berlingo;
  • Hyundai Kona EV;
  • Hyundai Ioniq Electric EV;
  • Kia Soul EV;
  • Mitsubishi i-MiEV;
  • Nissan e-NV200 Evalia;
  • Nissan Leaf;
  • Peugeot iOn;
  • Renault Zoe;
  • Smart EQ fortwo/forfour;
  • Volkswagen e-up!;
  • e-Golf;
  • Tesla Model 3, nella versione base che per poco meno di 6mila euro rientra nel beneficio.

 

Nel bonus ridotto per le auto con emissioni da 21 a 70 g/km e un costo inferiore a 50mila euro più IVA, rientrano diversi modelli ibridi, tra i quali:

 

  • Audi A3 e-tron;
  • Kia Niro 1.6 GDi DCT PHEV;
  • Kia Optima;
  • Bmw 2 Active Tourer;
  • Bmw 530e Business;
  • Mini Countryman E;
  • Mitsubishi Outlander PHEV;
  • Toyota Prius Plug-in;
  • Volkswagen e-Golf.

 

ECOBONUS MOTOVEICOLI

Il contributo per agevolare l’acquisto di motoveicoli non inquinanti, per il 2019, è pari al 30% del prezzo d’acquisto fino a un massimo di 3.000 euro nel caso in cui il veicolo rottamato sia di categoria EURO 0, EURO 1 ed EURO 2.

L’agevolazione è a favore dell’acquirente di motoveicoli elettrici o ibridi nuovi di fabbrica, di potenza inferiore o uguale a 11 kW, delle categorie L1 e L3 con contestuale rottamazione di un veicolo delle stesse categorie.

ECOTASSA

A decorrere dall’1.3.2019 al 31.12.2021 è prevista una tassa, a carico dell’acquirente, (anche per i veicoli acquistati in leasing), di un veicolo trasporto persone nuovo di fabbrica, il pagamento di un’imposta parametrata al numero di grammi di biossido di carbonio emessi per chilometro eccedenti la soglia di 160 CO2 g/km.

L’ecotassa è suddivisa in scaglioni:

da 161 a 175 CO2 la tassa è di € 1.100

da 176 a 200 CO2 la tassa è di € 1.600

da 201 a 250 CO2 la tassa è di € 2.000

Superiore a 250 la tassa è di € 2.500

L’imposta è dovuta anche in caso di immatricolazione in Italia di un veicolo di categoria M1 già immatricolato in un altro Stato.

Non si applica ai veicoli per uso speciale ed è versata tramite mod. F24 dall’acquirente che ne richiede l’immatricolazione.

Tra i modelli con maggiore appeal sul mercato sui quali si abbatterà l’ecotassa troviamo:

 

  • Alfa Romeo Giulietta;
  • Citroen Space Tourer;
  • Dacia Lodgy Wow;
  • Dacia Lodgy Stepway;
  • Fiat Tipo Station Wagon Lounge;
  • Fiat Doblò;
  • Fiat 500L Cross Cross;
  • Fiat 500X Cross Cross:
  • Ford Focus;
  • Ford Kuga;
  • Ford Mondeo;
  • Honda Cr-V;
  • Hyundai I30;
  • Hyundai Tucson;
  • Kia Sportage;
  • Mitsubishi Pajero;
  • Opel Insignia;
  • Opel Mokka;
  • Opel Zafira;
  • Opel Corsa Coupé;
  • Renault Koleos;
  • Renault Espace;
  • BMW X3;
  • BMW X4;
  • BMW X5;
  • BMW X7;
  • Mercedes-Benz Classe B;
  • Mercedes-Benz Classe C;
  • Mercedes-Benz GLA.

 

DETRAZIONE PER IMPIANTI RICARICA VEICOLI ELETTRICI

Per i soggetti che sosterranno  dall’1.3.2019 al 31.12.2021 spese relative all’acquisto e posa in opera di infrastrutture di ricarica per veicoli alimentati a energia elettrica verrà applicata una detrazione fiscale pari al  50% delle spese sostenute, per un massimo di 3.000€

Tali infrastrutture dovranno essere dotate di uno o più punti di ricarica di potenza standard non accessibili al pubblico.

 

Back to top